Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.


erasmus mohling

Continua l'esperienza Erasmus+ Ausgewähltes vituelles Europa. Dal 14 al 21 dicembre le alunne Alessia Vinci della classe IV A Rim, Martina Pappalardo della II D Turismo per la sede di Taormina, Anita Interdonato ed Elena Barbera della classe IV A Turismo per la sede di Furci Siculo, accompagnate dalla responsabile del Progetto Fara Lorenza Iliano, dalla prof. Daniela Rodella e dal Dirigente scolastico Prof. Luigi Napoli sono andate a Mödling-Vienna alla “Vienna Business School”. Denso il programma degli impegni: visita al Museo delle Illusioni, tour al centro della città con giro panoramico in tram, visita al Museo del Belvedere, tour Imperiale al Palazzo di Schönbrunn con visita ai tipici mercatini di Natale, per analizzare gli aspetti culturali, artistici ed economici del territorio. Gli studenti hanno partecipato alle attività realizzate nella scuola ospitante con lezioni frontali workshop e conferenze con imprenditori ed insigni economisti come Hannes Weninger, membro del parlamento della Bassa Austria sull'Ue e l'ing. Martin Fürndraht su "Economy in Mödling" e sulla sua stessa azienda. 

 

Workshop su: Tradizioni natalizie, Discorsi aziendali-Applicazione di HP Reveal al tema dell'economia in gruppi internazionali, Scrittura di un testo di chiusura congiunta della settimana. Mercoledì, 19.12.2018 gli studenti hanno partecipato alla visita alla presidenza dell'UE nel Centro Austria, ascoltando la conferenza tenuta da membri del Parlamento e responsabili del settore della Comunicazione dell’UE.
Sono stati ricevuti in Municipio di Mödling dal sindaco, che ha presentato il territorio con i suoi punti di forza ed ipotizzato possibili scenari futuri di sviluppo, che potranno essere realizzati solo con l’apporto delle idee creative di giovani, abituati a confrontarsi con realtà diverse e quindi aperti al problem solving e all’innovazione, che siano portavoci della cittadinanza europea.
Una lezione di tango in palestra ha mostrato aspetti affascinanti di una cultura che sa coniugare tradizione ed innovazione. Pranzi e cene hanno fornito un ulteriore metro di conoscenza e confronto: l’enogastronomia è espressione culturale, che ha spinto gli studenti alla ricerca non solo della conoscenza del prodotto, ma anche delle caratteristiche del territorio di produzione, nel quale si è creata una stimolante esperienza di vita a contatto con identità e risorse
La visita al Schokomuseum, museo del cioccolato , ha mostrato l’organizzazione aziendale con la degustazione delle deliziose specialità e la visita al punto vendita della fabbrica di cioccolato. Le tematiche approfondite e confrontate con gli studenti degli Istituti coinvolti provenienti dalla Grecia, dall’Estonia e dall’Austria, paese ospitante, sono stati gli aspetti peculiari delle economie locali e l’innovazione tecnologica attraverso l’utilizzo delle app: Google Cardboard Camera e HP Reveal, da utilizzare per la realizzazione di approfondimenti sull’economia turistica e sulle attività commerciali locali.
L’esperienza ha rappresentato un’occasione unica per favorire negli studenti l’acquisizione di una maggiore autonomia, per la crescita dell’autostima, del senso di responsabilità e della capacità di relazionarsi e confrontarsi con gli altri, perfezionando la padronanza linguistica del tedesco e dell’inglese. Il programma Erasmus+ Ausgewähltes vituelles Europa ha permesso di stabilire profonde relazioni fra gli studenti dei vari gruppi, affettivo-emotive, linguistiche e culturali, sono state apprese nuove modalità e nuove competenze, che hanno arricchito il bagaglio di tutti i partecipanti, studenti e docenti ed è questo bagaglio che non verrà disfatto, perché il desiderio è partire di nuovo verso l’indimenticabile avventura di vedere un' Europa unita, in cui prevalga un senso di reciproca collaborazione e cooperazione tra i Paesi e i popoli: l'Unione Europea è ancora un'entità in divenire e tocca ai giovani costruirne la futura identità.